Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Legalità del Forex

Legalità del Forex Ho deciso di dare la risposta alla domanda se il Forex è legale in Italia fin dal titolo, perché su un argomento così importante non ci possono essere dubbi!

Sì il Forex è legale in Italia, anche perché nessun Paese sviluppato si sognerebbe di mettere fuori legge il più grande mercato finanziario al mondo.

Senza il Forex legale non esisterebbe più l’economia e quei Paesi che pongono limitazioni alla libera circolazione delle valute vanno incontro a enormi difficoltà economiche.

A noi interessa ovviamente l’aspetto più strettamente finanziario delle valute, il cosiddetto trading valutario, ma le due cose sono strettamente legate.

Chi cambia i dollari al proprio amico appena tornato da una vacanza negli Stati Uniti per andarci lui stesso, sta facendo un’operazione di Forex ed è legale, come tutti sanno.

Ecco un piccolo schema per togliere grandi e piccoli dubbi

  • il Forex è legale in Italia e, se per questo, in tutta Europa
  • il Forex è un mercato Over the counter
  • Over the counter significa non regolamentato
  • Non regolamentato è l’esatto opposto di illegale

 

Da dove nasce la falsa credenza che il Forex sia illegale

Molte persone sono indotte in errore da un tecnicismo, per di più in lingua inglese. Cosa che aumenta ulteriormente la confusione su cosa si intende per forex.

Infatti il Forex è un mercato cosiddetto Over the Counter, concetto che tradotto in italiano significa all’incirca “sopra il bancone” e che viene abbreviato con l’acronimo Otc.

Detto in altre parole non esiste una Borsa per la compravendita di valute. Non esiste ciò una piattaforma per gli scambi.

Semplicemente chi vuole comprare dollari si accorda con il venditore e l’affare è fatto.

Un esempio può essere utile a chiarire ulteriormente le cose. Il New York Stock Exchange, comunemente noto come Wall Street, è la Borsa di riferimento per la compravendita di azioni statunitensi.

C’è un organismo di controllo che si chiama Sec, acronimo di Securities and Exchange Commission , che stabilisce alcune importanti regole e verifica che vengano rispettate. Inoltre solo gli intermediari possono operare sul New York Stock Exchange.

Il cliente finale, cioè il piccolo risparmiatore, deve rivolgersi a questi intermediari per poter operare.

 

Come funziona il mercato delle valute

Sul Forex l’operatività è molto diversa dalle Borse valori, anche se il piccolo trader non si rende assolutamente conto di questa differenza.

Anzi, il più delle volte la piattaforma operativa offerta dalle banche e dai broker è la stessa sia per le azioni che per le valute.

Quando si compra l’azione Eni c’è qualcun altro in Italia (o nel mondo) che vuol vendere il titolo del Cane a sei zampe. I due investitori trovano l’accordo grazie alla piattaforma borsistica di Piazza Affari, a cui entrambi hanno accesso grazie al loro broker.

Quando invece il piccolo trader vuole comprare dollari li acquista direttamente dalla banca con cui opera. Dunque è un’operazione diretta, dove compratore e venditore si incontrano direttamente senza bisogno di Borsa che mettano a disposizione la propria piattaforma per matchare domanda e offerta.

 

Se il Forex è legale come posso scegliere un broker?

i broker per i trading online I broker che offrono il trading di valute sono numerosissimi. Non a caso è il più grande mercato finanziario al mondo!

L’offerta si differenzia sostanzialmente per:

  • le commissioni
  • la leva
  • il numero di valute su cui si può operare

Ti consiglio di concentrarti soprattutto sulle commissioni perché sono il fattore che conta veramente. Nel campo valutario non esistono operazioni da cassettista, anche dette “buy and hold”, si compra e si vende continuamente perché sono posizioni che “scottano”.

Nell’arco di pochi minuti od ore si riescono ad accumulare guadagni molto forti ed altrettanto grandi perdite.

Se si effettuano molte operazioni e le commissioni sono alte, il loro costo può dunque diventare considerevole. Meglio evitare spiacevoli sorprese!

Le leve estreme – come può essere per esempio l’1% – sono invece rischiosissime. Dunque anche una leva del 10% può andare più che bene!

Lo stesso discorso vale per il numero di valute. La stragrande maggioranza dei trader opera sul cambio euro-dollaro. Qualche coraggioso effettua operazioni sulla sterlina e sullo yen.

A meno che tu non sia un esperto del Rand sudafricano o di qualche altra valuta esotica puoi quindi tranquillamente scegliere anche un broker che offre solo l’euro-dollaro.

Con queste poche ma valide indicazioni puoi dunque scegliere il broker che fa al caso tuo, visto che sì: il Forex è completamente legale!

Articolo scritto da: Luca Ferrari

Luca Ferrari

Nato a Bologna, Luca Ferrari si è trasferito a Londra dopo la laurea.
Nella capitale finanziaria mondiale ha prima ottenuto un master in Finance e poi ha coronato il suo sogno entrando in una delle più prestigiose merchant bank, Citigroup.
Luca nel tempo libero è un appassionato runner. Per Trading Sicuro si occupa di Forex e Criptovalute.

Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *