Il 74-89 % dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Oscillatore RSI

gold CFD Fra gli strumenti di analisi tecnica più utilizzati c’è l’oscillatore Rsi per investire in oro e questo non è certo un caso.

Infatti l’oscillatore Rsi è semplice e trova un impiego ottimale nel trading sull’oro, che è invece piuttosto difficile.

Dunque l’Oscillatore Rsi sull’’oro serve a semplificare qualcosa che in realtà non lo è.

In questo articolo spiegheremo quindi:

  • come funziona questo indicatore
  • perché è semplice
  • perché il mercato dell’oro è difficile
  • come sfruttare l’Oscillatore nel trading dell’oro

 

Che Cosa è l’Oscillatore Rsi E Come Funziona

libro new concept in techinacal trading system Partiamo da un breve cenno storico. L’oscillatore Rsi è stato inventato da Welles Wilder che spiegò la propria idea nel libro “New Concepts in Technical Trading System” pubblicato nel 1978. E va da sé che da quell’anno milioni di trader hanno letto quel testo e fatto tesoro dell’insegnamento di Wilder.

Rsi sta per Relative Strenght Index, si tratta cioè di un indice di forza relativa. Serve quindi ad individuare i titoli, i settori, gli indici o per l’appunto le commodity come l’oro che sono più forti del mercato.

Però le informazioni che ci può dare l’Oscillatore non si limitano a questo.

Infatti è in grado di indicare anche gli strumenti finanziari che sono più deboli del mercato. Un’informazione che, come avremo modo di vedere, è altrettanto preziosa.

Ecco dunque a cosa serve l’oscillatore Rsi:

  • a individuare gli investimenti particolarmente forti
  • a individuare gli investimenti particolarmente deboli

 

Come Lo Si Ottiene E Dove Lo Si Trova

Il calcolo del valore dell’Oscillatore Rsi è piuttosto complesso e si basa sui periodi positivi e sui periodi negativi. L’oscillatore tiene conto dei principali indici dell’oro. Al trader interessano però poco queste tecnicalità.

La cosa importante è come lo si deve leggere e dove lo si può trovare.

Ebbene l’indice ha un range di valori compresi fra 0 e 100. I livelli chiave sono però altri due: 30 e 70.

Quando l’Rsi sale sopra i 70 punti si dice che lo strumento finanziario è in ipercomprato. Cioè il numero dei compratori è di gran lunga superiore a quello dei venditori: una situazione che non può durare a lungo.

Quando scende sotto i 30 punti si dice che è in ipervenduto. In questo caso avviene l’esatto contrario: i venditori sono molti di più dei compratori.

In entrambi i casi si tratta di estremi da cui il titolo non può che ritornare sui propri passi.

Un titolo con un valore inferiore a 30 è dunque destinato a risalire, mentre un titolo con un valore superiore a 70 è destinato a scendere.

Come sempre succede in Borsa, la cosa non avviene automaticamente ma le probabilità che ciò succeda sono molto alte.

Dunque ecco la scala dell’Oscillatore Rsi:

  • il valore minimo è 0
  • con una lettura fra 0 e 30 si parla di ipervenduto
  • con un lettura fra 30 e 70 si parla di normalità
  • con una lettura fra 70 e 100 si parla di ipercomprato

Oscillatore RSI I Migliori Siti Di Analisi Tecnica Visualizzano l’Oscillatore Sull’Oro

Tutti i principali siti di analisi tecnica consentono di tracciare l’Oscillatore Rsi, compreso ovviamente quello dell’oro. La lista è veramente lunga. Ci limitiamo a segnalare Bigcharts.com, che è sicuramente uno dei più importanti.

Perché Il Mercato Dell’Oro è Difficile Se Non Si Usa l’Oscillatore Rsi

oro finanziario Il mercato dell’oro è particolarmente difficile perché il metallo giallo è sia una commodity sia uno strumento di pagamento. In gergo si parla di oro fisico, riferendosi alla commodity, e di oro finanziario, riferendosi al ruolo che svolge in campo finanziario. Se vuoi approfondire leggi tutto su l’oro fisico e l’oro finanziario.

A determinare il suo prezzo contribuiscono entrambi i fattori.

Da una parte c’è la domanda di oro da parte di gioiellieri e altri utilizzatori del metallo, dall’altra c’è la domanda degli investitori che si vogliono per esempio proteggere dall’inflazione.

Valutare correttamente entrambi è estremamente difficile. Anche perché non di rado hanno un andamento divergente.

Infatti può succedere che la domanda dei gioiellieri sia bassa e l’inflazione alta. O viceversa.

Quindi risulta molto utile uno strumento come l’Oscillatore Rsi per investire in oro che fornisce indicazioni operative senza doversi occupare di gioiellieri o inflazione.

Articolo scritto da: Giulio Visconti

Luca Ferrari

Di origini lombarde, Giulio Visconti ha sempre vissuto a Roma. Ha studiato Economia e si è specializzato in risk management. Una competenza che ha successivamente applicato alla gestione del risparmio.

Giulio è infatti un apprezzato Private Banker. L’unico campo in cui non applica la rigida disciplina per la gestione del rischio è la cucina: i pranzi che prepara per gli amici sono “esagerati”

Giulio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *